Raggiungi il contenuto principale
bortox.it 🦅 il nido del cuculo
  1. Compiti ed Appunti Scolastici/
  2. Versioni e appunti di Latino/

Versione l'occhio del padrone | Traduzione con paradigmi

·539 parole·3 min·🙈 ·

Traduzione #

Il cervo, sfuggendo l’ incombente morte da parte dei cacciatori1 nei boschi, accecato dal timore si diresse nella casa di campagna e si rifugiò in un bovile. In quel luogo i buoi lo interrogarono: " Perché, ‘o infelice, dopo che ti trassi in salvo dalle mani dei cacciatori, ti consegni alla casa degli uomini. E il cervo supplice rispose: " Perdonatemi per il mio tono: quando mi sarà data occasione, di nascosto mi precipiterò fuori e fuggirò." Per lungo tempo egli si nascose tra i buoi; spesso il bifolco diede loro il fieno e non vide il cervo, anche gli altri campagnoli vennero e non lo videro tra i suoi capi di bestiame. Allora il felice cervo mostrò grandi riconoscenze, poiché in una circostanza avversa essi avevano offerto a lui ospitalità. Ma uno tra i buoi gli disse: " Noi senza dubbio ti desideriamo incolume, ma se sarà venuto colui che possiede cento occhi, la tua vita sarà in grande pericolo. Poco dopo il padrone arrivò, entrò nella stalla, mentre li passò in rassegna ad uno ad uno, vide le alte corna del cervo. Immediatamente convocò i servi e li uccise per la loro negligenza, successivamente portò via la preda con sé.

da Fedro, libro Il mio Latino esercizio 19 pagina 274

Testo latino originale #

Cervus, instantem necem venatorum in nemoribus effugiens (“sfuggendo”), caecus timore villam petivit et in bovile se condidit. Ibi eum boves interrogaverunt: «Cur, infelix, postquam e manibus (“salle mani”) ventorum te eripuisti, hominum tecto te committis?». At cervus supplex respondit: «Vos modo mihi parcite: cum mihi occasio data erit, clam erumpam et fugiam». Diu is inter boves latuit; bubulcus saepe fenum eis dedit neque cervum vidit; alii rustici quoque venerunt nec eum inter suas pecudes viderunt. Tum laetus cervus bubus gratias magnas egit, quia adverso tempore ei hospitium praebuerant. Sed unus inter boves ei dixit: «Salvum nos sine dubio te cupimus; sed si (“se”) venerit is qui (“il quale”, nom.) centum (“cento”, indecl.) habet oculos, magno in periculo erit vita tua». Paulo post dominus venit, ad praesepe accedit et, dum singula inspicit, cervi quoque alta videt cornua (“corna”. acc. n. plur.). Famulos statim convocat et ob eorum incuriam necat, postea praedam secum tollit.

Paradigmi #

neco, necas, necavi, necatum, necare

peto, petis, petii, petitum, petere

condo, condis, condidi, conditum, condere

interrogo, interrogas, interrogavi, interrogatum, interrogare

eripio, eripis, eripui, ereptum, eripere

respondeo, respondes, respondi, responsum, respondere

parco, parcis, peperci, parsum, parcere

sum, es, fui, esse

erumpo, erumpis, erupi, eruptum, erumpere

fugio, fugis, fugi, fugitum, fugere

lateo, lates, latui, latere

do, das, dedi, datum, dare

video, vides, vidi, visum, videre

venio, venis, veni, ventum, venire

video, vides, vidi, visum, videre

ago, agis, egi, actum, agere

praebeo, praebes, praebui, praebitum, praebere

dico, dicis, dixi, dictum, dicere

cupio, cupis, cupii, cupitum, cupere

venio, venis, veni, ventum, venire

habeo, habes, habui, habitum, habere

sum, es, fui, esse

venio, venis, veni, ventum, venire

accedo, accedis, accessi, accessum, accedere

inspicio, inspicis, inspexi, inspectum, inspicere

video, vides, vidi, visum, videre

convoco, convocas, convocavi, convocatum, convocare

neco, necas, necavi, necatum, necare

tollo, tollis, sustuli, sublatum, tollere


  1. Questo è un genitivo soggettivo, che indica il soggetto dell’ azione che si descrive, quindi possiamo tradurlo nel senso di “morte per mano dei cacciatori” ↩︎