Raggiungi il contenuto principale
bortox.it 🦅 il nido del cuculo
  1. Compiti ed Appunti Scolastici/

La musica d'oggi è priva di qualità? Testo argomentativo

·1538 parole·8 min·🙈 ·

Traccia del testo: #

La musica d’oggi è priva di qualità, sei d’accordo con questa opinione? In che modo le innovazioni tecnologiche, le evoluzioni del mercato discografico e dei canali di distribuzione, i cambiamenti del gusto del pubblico influiscono sulle nuove proposte musicali rispetto al passato?


Disclaimer: questo tema è frutto delle mie ricerche ed esperienze d’ascolto delle tracce trovate su un servizio di streaming online.

Innanzitutto, è doveroso analizzare le innovazioni tecnologiche introdotte nelle ultime decadi.


Introduzione #

Negli ultimi anni, con l’arrivo della musica digitale e dei nuovi mercati multimediali, gli artisti hanno ricevuto esposizione ad un pubblico sempre più vasto. In che modo lo streaming online, la musica elettronica e l’affermarsi di nuovi generi musicali, ha influito sulle tendenze musicali attuali? Scopriamolo.

Iniziamo analizzando la scena del flamenco spagnolo. In una delle poche interviste che concesse, l’artista spagnolo Paco de Lúcía affermò che componendo le tracce del suo ultimo album con un computer, ha potuto registrare soltanto due volte la falseta, ossia la frase melodica di sottofondo nella musica, per poi lavorarci su al computer. Al contrario, utilizzando il registratore a nastro, egli si riteneva soddisfatto soltanto quando aveva trovato la perfetta falseta, circa dopo cento prove. Innegabilmente, troviamo un vantaggio nella produzione digitale, d’altronde alcuni producer trap si vantano di poter comporre beat in -letteralmente- un paio di minuti.


L’evoluzione del pop dagli anni ‘90 ad oggi per capire l’affermarsi di nuovi generi e stili #

Negli anni 90 in Italia le peculiarità della musica pop iniziano a cambiare: arrivano esperimenti che sfruttano l’elettronica presente nella musica dance che spopola nei club, talvolta con tracce di techno, ska, reggae, ma ancora non ci si distacca dal sapore tradizionale della canzone italiana e dal piacere di una dolce melodia. Un esempio di queste affermazioni sono le tracce dei milanesi Casino Royale in Sempre Più Vicini (1995).

In questi anni, più tardi, giunge anche il rap nella scena italiana, con Aspettando il Sole di Neffa (1996) e Quelli che Benpensano di Frankie Hi-Nrg (1997). Ho scelto queste due canzoni perché sono necessarie per tornare avanti nel tempo ed iniziare a parlare della scena attuale.

Dopo lo scoccare del nuovo millennio, in Italia si afferma nel pop la musica alternativa; la nuova scena scaturita dagli anni 90: si iniziano ad affermare strumenti elettronici nelle basi, un gruppo chiave per questo cambiamento sono i Subsonica: sia la rielaborazione di Per un’ora d’amore sia con la presentazione all’Ariston di Tutti i miei sbagli, lo stigma contro il pop mutante attraverso l’elettronica viene definitivamente rimosso.

Ascoltando l’album di Meg, Psychodelice, del 2008, si sente un pop sperimentale, con 808 aggressivi, synth ed hi-hat. Ritengo necessario evidenziare anche che questi album sono caratterizzati da una grande sperimentalità e predisposizione al rischio ed al nuovo, non sono progettati per un grande pubblico, ma per avanzare verso il futuro.

Tutta la musica, infatti, nella mia umile opinione, evolve inzialmente attraverso nuovi brani impopolari caratterizzati da uno sperimentalismo acceso, con persone che osano rischiare perché non hanno un seguito da perdere, che fondano le basi per nuovi stili musicali.

In questo caso, infatti, il supporto dall’industria musicale è insignificante: utilizzare formati standard già comprovati come popolari ha un rapporto value for money notevolmente maggiore ad un’audacia nello sperimentare nuovi stili, che, inevitabilmente, in una minoranza dei casi, diventeranno popolari, dunque i cantanti più famosi per mantenere la loro popolarità, accoglieranno tali nuovi generi.

Marracash #

Iniziamo trattando di Marracash (Fabio Rizzo), rappresentante degno di nota della scena rap italiana. Marra esordisce nel 2004 collaborando con la Dogo Gang, espansione del Club Dogo , gruppo rap formato da Gué, Jake e dal produttore Don Joe.

Trattando dei dischi più popolari: nel 2008 esce il suo primo disco solista Marracash, nel 2011 King del Rap, nel 2020 _Persona _ e nel 2021 Noi, Loro, Gli Altri.

Analizzando i testi dei brani, possiamo vedere una netta evoluzione dell’artista: gli ultimi due album, ereditano in parte intenso storytelling ed autoanalisi (Crudelia, Dubbi) dal primo, Marracash (Chiedi alla polvere 2008, La Via Di Carlito), mentre King del Rap è l’album più “aggressivo” come possiamo anche dedurre dal titolo, serve ad ottenere il trono sulla scena, con ad esempio brani autocelebrativi come King del Rap o Marrageddon.

Possiamo notare, ascoltando gli album, una sfumatura tra espressioni di rabbia, aggressività e necessità di raccontare la propria storia nei primi album superate da un’attenta analisi dei propri sentimenti, negli ultimi due anni, successivi alla fine di una relazione tossica.

Ovviamente la storia è collegata, ognuno si ispira ai classici; ad esempio il brano Quelli che non pensano in Persona ha la stessa base del brano precedentemente citato Quelli che benpensano .

Fra’ dopo cinque anni dentro l’aria è diversa Ride e scherza ma non trova una faccia che sia la stessa Era il capo, ma la galera ormai l’ha cambiato (Chiaro) Ed in testa pensa: “Ho chiuso con tutto quanto” (Si, insomma?) Pensa a mettere insieme una somma (Che somma?)

(La Via di Carlito, Marracash -storytelling- )

Niente di nuovo, niente di che (oh) Quel rapper che ti piace non dice niente di sé (oh) Solo cliché, attacca il premier Come se quando cadrà il premier vincerà il bene Se non ci fosse, di che parlerebbe? Chi comanda è lì da sempre, e non si elegge con il voto E prende decisioni senza cuore e senza quorum

(Sabbie Mobili, King del Rap)

Anche questo, tutto questo Volevo davvero questo, tutta la vita che ci penso Forse non credo più al prodotto che vendo Che paradosso, no? Che io per essere me stesso Sia costretto a andare dove non mi riconoscono

(Dubbi, Noi, Loro, Gli Altri)

Tutto l’amore che ho, tutte le forze che ho, me Tutto l’orgoglio che ho, sarei impazzito sennò Ci ho pianto troppo, però tutte le lacrime che ho Ti ho dato tutto, te no, eri Crudelia De Mon

(Crudelia, Persona)

tha Supreme #

Davide Mattei, classe 2001 (20 anni, ad oggi) , AKA tha Supreme è un rapper e producer romano. tha inizia a produrre a 12 anni, mentre a 14 anni, 6 anni fa, pubblica sul suo canale YouTube il remix della traccia trap “Patatrac” di MadMan. Sempre da sedicenne inizia a comporre basi dall’inusuale arrangiamento di note, con una pluralità di percussioni, per esempio Moonrise, Circus, No Sleep, Wickedboi.

Un solo anno dopo aver pubblicato il remix della traccia “Buon N*****” di Salmo, viene contattato dallo stesso per produrre la traccia “Perdonami”. Dopo questa traccia inizia ad essere conosciuto, ma tha non si accontenta. Inizia a produrre altre basi, e trappa su di esse; cantando con linee melodiche tortuose, anche grazie all’aggiunta di una fusione tra slang inglese ed italiano nei testi, una sorta di nuova lingua che nessuno riesce a capire, infatti l’elaborazione singolare della voce la rende un tutt’uno con la base.

In breve, un beat trap di tha Supreme è completamente diverso da un beat trap standard, siccome egli pare scegliere e campionare la maggioranza dei suoni in proprio ed anche per il ruolo diverso della voce nella traccia, a volte come “accompagnamento” della base.

“Ehi, cambia” (Ya, ya) Mi chiedono sempre: “Cambia” (Ya, ya) Io rispondo: “Ma che cambio?” (Ya, ya) “Semmai cambia tu domanda”

Oh 9od (23 6451)

Se ti mollo, poi ti accolli, non so più che fare Girotondo, quello che mi fai E non sopporto se ti porto Un po’ come mi pare, yah

M8nstar (23 6451)

Continuo a chiedermi perché Tu fai il Mario Bross, se sei Yoshi Fanculo a te e quel bambino che fa gossip O-o-ok, ok, ok, ok, ok

Yoshi (Machete Mixtape 4)

Siccome la sua popolarità è aumentata esponenzialmente da appena un’anno, non si può dare un giudizio certo sul cambiamento di tha supreme come cantante trapper, ma le sue basi, negli ultimi anni, si sono evolute, adattandosi ad un contesto più comune, in ogni caso notiamo sempre tracce più sperimentali, come ad esempio, nell’album di sua sorella Sara Mattei AKA Mara Sattei, in cui tha dimostra ancora una volta di essere un produttore poliedrico, con tracce Drill, Pop, Indie, Disco (0 rischi nel love)…


Tutto questo trattato non include la scena Drill, genere derivato della Trap, anch’essa sviluppatasi nell’ultimo decennio, infatti non ho potuto parlare di drill (Tedua), di altre figure storiche della scena rap e di approfondire le origini oltreoceano di questi generi - che permetterebbero di capirne le radici ed i suoni molto meglio - , approdati da pochi anni nel nostro Paese, ancora senza un’identità chiaramente distinguibile; d’altro canto questo è solo un breve testo argomentativo.

In conclusione, si nota una costante evoluzione fra gli artisti del panorama musicale, che inevitabilmente raggiunge anche gli artisti popolari ed è necessaria per mantenere la loro popolarità alta.

Occorre notare anche che siccome di epoche più antiche, nel presente, sono reperibili solo meno tracce, avviene naturalmente una selezione tra le migliori, dunque il confronto tra passato e presente si rende difficile.

Nonostante ciò, sia grazie ad artisti con creatività nei testi e/o nella composizione (es. Marra/tha Supreme), sia grazie alla nascita di nuovi generi sperimentali (Neoclassica, Trap italiana, Drill italiana) è possibile affermare che l’evoluzione della musica continua imperterrita dalla opinione dei singoli, le mode cambiano ed anche l’interpretazione media della parola qualità.